A Bari accompagnando un finto disabile

Un finto disabile

Un finto disabile

«Non può visitare la cripta di San Nicola. Ci dispiace, ma l’ascensore non funziona». Sono state queste le parole con cui Don Gianni, prete che presta servizio alla più importante chiesa di Bari, ci ha detto che non potevamo entrare nella cripta della basilica. Proprio lì c’è la tomba del santo più venerato della città. E se sei diversamente abile, non puoi accedere. Una condizione che, malvolentieri, un disabile deve per forza accettare. Un giorno da accompagnatrice di un «falso diversamente abile» da un lato ha qualcosa di sarcastico, dall’ altro è maledettamente pedagogico, oltre che faticoso.

Chi accompagna un disabile su una carrozzina a rotelle deve avere due requisiti fondamentali: l’attenzione e un po’ di forza fisica, oltre ad assumersi una notevole responsabilità. Perchè, come si suol dire, finché certe cose non le provi, non le puoi capire. E a me è andata esattamente così.

Prima d’ora non avevo mai accompagnato una persona in carrozzella. La prima cosa a cui devi prestare attenzione sono gli ostacoli. Ogni scalino, ogni piccolo dislivello della strada è un problema. E così cerchi di raggirare tombini, dossi, scale, perché pensi che ogni minimo movimento della sedia a rotelle potrebbe far male alla persona che ci sta sopra.

Sono piccole cose, che, però, quando accompagni un invalido, diventano le più importanti. Come scendere da un autobus. Niente aiuto da parte del conducente, e, allora, devi sbrigartela da solo. «Chi fa da sé, fa per tre» in questo caso non è vero. Ci è mancato poco che il collega cadesse. Aiutata da una ragazza appena maggiorenne, siamo riuscite, in malo modo e fortunatamente senza spiacevoli conseguenze per nessuno dei tre, a farlo scendere dal bus.

E mentre passeggi con lui, ti rendi conto che la sua vita è un po’ nelle tue mani. Lui va dove tu vuoi che vada; lui sente dolore se tu non sei attento.

Tu, sei la sua guida. Senza di te, lui, non avrebbe vita.

(Leggi l’inchiesta originale alle pagine 6 e 7: A Bari accompagnando un finto disabile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...